Giornalista suicida, Pm chiede 4 anni per Editore

La Procura della Repubblica di Cosenza ha chiesto la condanna a quattro
anni di reclusione per l’editore Pietro Citrigno, imputato per violenza
privata nei confronti del giornalista di Calabria Ora Alessandro Bozzo
suicidatosi nel marzo del 2013. Inoltre il pm Maria Francesca Cerchiara
ha richiesto la trasmissione degli atti in Procura per l’ipotesi di
altri cinque casi di tentata estorsione nei confronti di altrettanti
giornalisti che lavoravano nella redazione del quotidiano, adesso non
più in edicola. “Il pm – ha detto il procuratore capo Mario Spagnuolo –
d’intesa con il procuratore aggiunto ha avanzato una richiesta di
trasmissione degli atti perché dal dibattimento sono emerse nuove e più
gravi fattispecie di reati nei confronti dell’imputato, ai danni non
solo della parte offesa ma anche di altri giornalisti”.(A.A.) GAZZETTA DEL SUD

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.