Tele Studio98

la forza dell'innovazione

GRATTERI – Il giovane morto: sospetti su un braciere

La parrucchiera, sotto shock, avrebbe riferito che i due, durante l’incontro, non avevano mangiato né bevuto. E pare abbia confermato il particolare del braciere acceso per riscaldare la camera da letto.

Il monossido di carbonio sprigionato da un braciere acceso per riscaldare la camera da letto potrebbe avere ucciso Giacomo La Cova, di 22 anni, di Gratteri, e provocato una grave intossicazione alla donna, Maria Grazia Falliti, di 46 anni, originaria di Messina e titolare di una parrucchieria a Cefalù. La donna, è stata salvata per un soffio e , ora sta meglio. La parrucchiera, sotto shock, avrebbe riferito che i due, durante l’incontro, non avevano mangiato né bevuto. E pare abbia confermato il particolare del braciere acceso per riscaldare la camera da letto. Una conclusione alla quale sono giunti i Carabinieri della compagnia di Cefalù, 24 ore dopo.  Un maledetto incidente sul quale è stato presentato un primo rapporto alla magistratura.

About The Author

Condividi