GROTTE – Picchiava la moglie incinta, rinvio a giudizio per 41enne

Picchiava, minacciava e perseguitava la moglie incinta. V.C., 41 anni di Grotte, dopo essere stato posto nei mesi scorsi agli arresti domiciliari adesso è stato rinviato a giudizio per maltrattamenti e stalking. La donna, 36enne, decise di allontanarsi dal marito dopo che questi l’aveva spinta a terra mentre teneva in braccio il figlio di un anno e, nonostante in gravidanza, l’aveva colpita a calci sullo stomaco.

All’udienza preliminare, l’ex moglie si è costituita parte civile. L’avvocato della difesa ha chiesto il rinvio a giudizio e si tornerà in aula il 3 dicembre. Secondo quanto denunciato dalla donna, le minacce sarebbero state finalizzate a farle abortire.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.