GROTTE – Secondo caso di Coronavirus: un’anziana di 80 anni

Dopo 10 giorni dal primo caso, al Sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza, arriva la conferma di un altro caso, il secondo. E’ lo stesso primo cittadino a comunicarlo. “L’Asp mi ha portato a conoscenza di un altro caso di Covid 19. In questo momento stiamo procedendo alla mappatura dei contatti stretti della persona contagiata per la conseguente quarantena. E’ importante precisare che il secondo contagiato non è collegato al primo. Torno a raccomandare l’uso delle mascherine , distanziamento , igiene delle mani, rispetto delle norme e molto buon senso. Solo in questo modo risolveremo tutto.

Si tratta di una Signora anziana di 80 anni che si trova ricoverata all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento per altri problemi di salute , amma alla quale dopo l’esito del tampone è stato diagnosticato il Coronavirus. La donna è asintomatica nonostante l’età. Dunque, un contagio che non ha nulla a che vedere con il primo. Un secondo focolaio che sembra preoccupare molto il Sindaco Provvidenza che, come prassi vuole, insieme all’Asp avvierà tutte le procedure di tracciabilità delle persone entrate in contatto con la donna per le dovute misure di isolamento. Attualmente a Grotte ci sono 17 persone poste in quarantena.

I soggetti positivi sono asintomatici ed entrambi ricoverati in ospedale; si tratta di due casi non collegati tra loro.Auguriamo ad entrambi di guarire presto e ritornare presso le loro famiglie.Rassicuro dichiara ancora il Sindaco – la popolazione sul fatto che Comune e ASP stanno monitorando la situazione nel rispetto dei protocolli previsti.Ai soli fini precauzionali sono in corso di definizione le ulteriori misure restrittive temporanee che si riterrà eventualmente opportuno adottare.

Insomma, il virus è presente , circola e chi pensa di sottovalutarlo o abbassare la guardia commette un grave errore per sè e gli altri che lo circondano.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.