GROTTE – Tabaccaio ucciso, disposta la perizia psichiatrica sul fratello

Disposta una perizia psichiatrica urgente per chiarire se Pietro Chiarenza, reo confesso dell’omicidio del fratello, Roberto, 56 anni tabaccaio di Grotte, al momento del delitto fosse capace di intendere e volere e se le sue condizioni sono compatibili con il regime carcerario. A deciderlo è stato il gip Francesco Provenzano su richiesta del pubblico ministero Cecilia Baravelli.

Il 4 giugno il perito del giudice riferirà gli esiti della sua relazione dalla quale dipenderà l’intero percorso giudiziario.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *