IMMIGRAZIONE – Nuovo naufragio nel Canale di Sicilia: si temono 900 morti. ‘La più grave strage di sempre’

E’ arrivata nel porto de La Valletta, con un leggero ritardo rispetto all’orario previsto, la nave Bruno Gregoretti della Guardia Costiera italiana con a bordo 24 cadaveri e 27 dei 28 superstiti del naufragio avvenuto davanti alle coste libiche che avrebbe causato fra 700 e 900 vittime. L’unità italiana è scortata da una motovedetta maltese.

“Alle ore 7.30 resta ancora confermato il bilancio del naufragio avvenuto nella notte tra sabato e domenica nelle acque libiche. 28 le persone salvate”. Lo afferma una nota della Guardia costiera confermando l’arrivo della Nave Gregoretti a Malta dove saranno fatte sbarcare le 24 salme.

Il segretario generale delle Nazioni unite Ban Ki-moon ha riconosciuto il “pesante impatto” sull’Italia per l’arrivo di tanti migranti ed è grato al governo italiano per tutti i suoi sforzi. Lo ha detto un portavoce Onu. Ban ha fatto appello alla comunita’ internazionale perche’ dimostri solidarita’ e divida il peso di questa crisi. Ban osserva che il Mediterraneo e’ diventata “la rotta più letale del mondo” per migranti e per chi cerca asilo. “La risposta della comunità internazionale deve essere globale e collettiva”.

LA CRONACA DELLA GIORNATA DI DOMENICA – Uno dei tanti viaggi della speranza dalla Libia verso l’Italia, la nuova terra promessa per centinaia di migliaia di disperati che premono dall’Africa dilaniata dalle guerre e dalla povertà verso l’Europa, si è trasformata in un’ecatombe di migranti. Nel naufragio di un barcone, di circa 20 metri, sono morte centinaia di persone; le prime stime fatte dalla Guardia Costiera parlavano di 700 persone, ma la testimonianza di un sopravvissuto, portato in elicottero all’ospedale di Catania, parla di 950 persone a bordo. Si tratterebbe della più grave sciagura del mare dal dopoguerra, peggiore anche della strage di Lampedusa (Agrigento) del 3 ottobre 2013, che fece 366 morti e 20 dispersi. I numeri devono ancora essere verificati, ma la Guardia Costiera ha confermato che il barcone che si è capovolto era in grado di portare “diverse centinaia di persone” ed era “sovraccarico di migranti”. Scafisti senza scrupoli – l’Italia ne ha arrestati 976 negli ultimi mesi, ha sottolineato il premier Renzi – avevano portato a termine al di là del Mediterraneo l’ennesimo “affare”, raccogliendo tra i disperati il denaro preteso per la traversata del Canale di Sicilia e avevano riempito di migranti il barcone oltre ogni ragionevole limite. Molti erano stati chiusi nella stiva ed i portelloni, secondo la testimonianza di un sopravvissuto, erano stati bloccati alla partenza. Su ciò tenterà di fare luce l’inchiesta aperta dalla Procura di Catania.

 

‘Eravamo 950,in molti chiusi nella stiva’. Il racconto del sopravvissuto, a bordo 50 bambini e 200 donne

 

MARE NOSTRUM E TRITON, LE DIFFERENZE

 

“L’Italia chiede di non essere lasciata sola”. Di fronte all’ennesima tragedia del mare, un naufragio dai contorni ancora “nebulosi”, Matteo Renzi rivolge il suo appello alla comunità internazionale e innanzitutto l’Unione europea. Il premier italiano, in asse con il presidente francese Francois Hollande, chiede che si convochi in settimana un Consiglio Ue straordinario perché l’Ue rafforzi la sua azione contro gli “schiavisti del mare” e la smetta di considerare l’immigrazione un problema “di serie B”. La Commissione Ue, esprimendo “profonda frustrazione”, sostiene la necessità di “un’azione decisa”.

Ma l’Italia, anche con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, un “impegno” dei partner europei lo invoca con urgenza. Ed è “accorato” l’appello di Papa Francesco alla comunità internazionale, perché simili tragedie (che colpiscono persone che “cercavano la felicità”) non si ripetano. E’ notte fonda quando un mercantile portoghese risponde alla richiesta di soccorso di un barcone carico di migranti che si trova a 60 miglia dalla Libia. Sono le 9 del mattino quando si fa largo la notizia di una vera tragedia: quel barcone si è capovolto, i morti potrebbero essere 700.

 

FONTE: ANSA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.