In Prefettura rinnovato l’impegno a continuare a lavorare per l’utilizzo del sito produttivo ex Italcementi di Porto Empedocle

Nella giornata odierna, il Prefetto Maria Rita Cocciufa ha presieduto un incontro, in videoconferenza, avente ad oggetto il rinnovo del protocollo di intesa sottoscritto nell’ottobre del 2017 tra le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, il Sindaco del Comune di Porto Empedocle e i rappresentanti di Italcementi e Sicindustria di Agrigento. Alla riunione hanno partecipato il Sindaco di Porto Empedocle, i rappresentanti delle citate Organizzazioni Sindacali e della Sicindustria, nonché i rappresentanti della Italcementi s.pa. e della Ricav s.r.l. Nel corso dell’incontro è stata condivisa la necessità di adottare tutte le opportune iniziative affinché si possano realizzare gli obiettivi previsti nel citato protocollo di intesa. Si tratta, infatti, di un accordo ambizioso ed ancora di grande attualità, mediante il quale favorire la rivalutazione dell’area produttiva in dismissione da parte della Italcementi s.p.a. ed al tempo stesso tutelare gli ex lavoratori dello stabilimento attraverso la possibile ricollocazione presso le nuove imprese che subentreranno nel citato sito produttivo. All’esito della riunione è emersa, l’unanime volontà di prorogare il protocollo, ed è stato convenuto che lo stesso verrà rinnovato tacitamente di anno in anno, rimanendo tuttavia salva la possibilità di eventuali aggiornamenti in ragione dell’evolversi della situazione, in​Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Agrigento vista anche delle opportunità connesse all’utilizzo dei fondi europei derivanti dal Recovery Fund. S u proposta del Prefetto, è stato altresì assunto l’impegno affinché si realizzi, mediante appositi brefing , un monitoraggio semestrale, in ordine ai risultati raggiunti e alle iniziative in corso. Il Prefetto ha sollecitato le parti ad un maggiore impegno nel ricercare soluzioni, prevedere interventi e definire programmi al fine di cogliere le opportunità che deriveranno dai fondi europei.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.