INCHIESTA “DIRTY SOCCER” – L’intercettazione tra Astarita e la “cupola” [VIDEO]

Sicuramente quel fallo di mano di Sasà Astarita, non li ha convinti in pieno. Sono rimasti tanti dubbi. Ma nessuno, tra i suoi compagni biancoazzurri pensava che dietro quel gol di mano c’era la volontà di “alterare” (truccare) il risultato tra la Neapolis e l’Akragas.
Ci sarebbe stata la richiesta del presidente della Neapolis, Mario Moxedano, ma soprattutto, di Antonio Ciccarone, direttore sportivo della Neapolis, che dopo la “famosa” partita del 9 novembre, entrambi hanno avuto un contatto telefonico con l’ex calciatore dell’Akragas, e i due non si limitano solo a salutarlo.
Secondo la Procura di Catanzaro: “Astarita, pur di mostrarsi grato a Ciccarone e a Moxedano, violava il patto di fiducia con la propria squadra di appartenenza, ma non reggeva il peso dell’onta allorché i suoi compagni se ne rendevano conto, senza nasconderglielo e non sapeva chiedere aiuto ad altri che, ancora una volta, Antonio Ciccarone, affidandosi a lui perché gli trovasse un impiego in un’altra squadra”.

Ecco l’intercettazione telefonica dell’11 novembre 2014 tra Astarita e Ciccarone, due giorni dopo la gara  Neapolis-Akragas.

Antonio Ciccarone: “Aspetta ti passo un attimo il presidente che ti vuole salutare…”
Presidente Moxedano: “Pronto”
Salvatore Astarita: “Ehi presidente..buonasera”
Presidente Moxedano: “Buonasera”
Salvatore Astarita: “Che devo fare…”
Presidente Moxedano: “Come stai?”
Salvatore Astarita: “Io, io sono abituato a fare mille lotte, ma contro te non mi trovo…che devo fare?”
Presidente Moxedano: (risata) “inc ti ringrazio!”
Salvatore Astarita: “No va bene…no, io…no non devi ringraziarmi di niente, perchè io è una questione di niente! però le persone che mi hanno dato da mangiare e hanno pensato alla mia famiglia, io guerre non gliene posso fare!”
Presidente Moxedano: (risata)
Salvatore Astarita: “Punto!”
Presidente Moxedano: “Sei grande Salvatò, sei grande!”
Salvatore Astarita: “L’ho fatto, l’ho fatto senza che mi chiamate, senza niente…”
Presidente Moxedano: “Quando, quando vieni …la porta è sempre aperta..”
Salvatore Astarita: “Presidè io voglio farti capire solo una cosa, che ti voglio bene, punto e basta!”
Presidente Moxedano: “E lo stesso per me!”
Salvatore Astarita: “Vi tengo come un padre, punto! non c’è neanche bisogno che mi parli tu a me!”
Presidente Moxedano: “Lo so!”
Salvatore Astarita: “Va bene?”
Presidente Moxedano: “inc non c’è bisogno di parlare assai poi ci vediamo da vicino…vienimi a trovare quando vieni..ciao”
Salvatore Astarita: “Ti voglio bene presidè..”
Presidente Moxedano: “Ciao”
Antonio Ciccarone: “Ohu ti chiamo io più tardi! sto facendo una cosa col presidente!”
Salvatore Astarita: “Ciao”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.