INCHIESTA “DIRTY SOCCER” – Tre punti di penalità all’Akragas: 4 anni di squalifica a Di Napoli

Il Tribunale federale nazionale della Figc, presieduto da Sergio Artico, ha ufficializzato ieri la sentenza relativa al procedimento “Dirty Soccer” bis, relativo all’inchiesta sul calcio scommesse avviata dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Catanzaro. La mazzata del giudice ha colpito anche l’Akragas e il Messina, entrambe nel girone C di Lega Pro. L’Akragas è stata penalizzata di 3 punti ed è stata tirata in ballo nell’inchiesta, che ha colpito anche 52 società tra dirigenti e calciatori, per il coinvolgimento di Astarita , difensore campano in forza nella squadra dell’Akragas all’epoca dei fatti contestati dalla Procura. Secondo l’accusa Astarita avrebbe avuto un ruolo determinante nel giro di scommesse al centro dell’ìnchiesta e per il procuratore della Figc l’Akragas- che non ha mai presentato denuncia – era a conoscenza del comportamento illecito di Astarita. Durissima, anche la sentenza per l’allenatore del Messina, Arturo Di Napoli, squalificato per 4 anni per illecito sportivo. “Per avere partecipato attivamente alla combine di L’Aquila- Savona.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.