INCHIESTA “ICARO” – Riesame dispone carcere per Campo e i Marrella

Il Tribunale del Riesame ha accolto l’ appello della Procura di Palermo e ha disposto l’arresto in carcere a carico di Pietro Campo, presunto capo di Cosa Nostra agrigentina, 63 anni, di Santa Margherita Belice, arrestato dalla Squadra mobile di Agrigento lo scorso 2 dicembre 2015 nell’ ambito dell’ inchiesta antimafia cosiddetta “Icaro”, e che poi il 29 dicembre ha ottenuto la revoca degli arresti domiciliari dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Palermo, che non ha ritenuto sussistenti i gravi indizi del reato di associazione mafiosa. Il Riesame ha disposto il carcere anche per altri due indagati, Stefano e Vincenzo Marrella, presunti affiliati alla famiglia mafiosa di Montallegro. Probabile il ricorso in Cassazione da parte dei difensori.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.