INCHIESTA “MONTAGNA” – La Cassazione annulla due scarcerazioni

La Cassazione ha dichiarato non ammissibile il ricorso della Procura antimafia di Palermo, e ha confermato l’annullamento dell’arresto, già disposto dal Tribunale del Riesame, a favore di Giuseppe Blando, 53 anni, di Favara, arrestato lo scorso 22 gennaio nell’ambito della maxi inchiesta antimafia cosiddetta “Montagna”. Blando, imprenditore agricolo, è difeso dagli avvocati Maria Alba Nicotra e Rosalia Palumbo Piccionello. Ancora la Cassazione ha disposto invece il rinvio al Tribunale del Riesame nel merito dell’arresto, annullato dal Riesame, di Raffaele La Rosa, 59 anni, di San Biagio Platani, difeso dall’avvocato Nino Gaziano, e del medico pediatra Pietro Stefano Reina, 66 anni, di San Giovanni Gemini, difeso dagli avvocati Lillo Fiorello e Riccardo Pinella.

 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.