Inchiesta “Proelio”, chieste severe condanne per due agrigentini

A Palermo, al palazzo di giustizia, la pubblico ministero Valentina Sincero, ha chiesto la condanna a 8 anni e 4 mesi di reclusione ciascuno a carico di Roberto Lampasona, 41 anni, di Santa Elisabetta, e di Antonino Mangione, 38 anni, di Raffadali, imputati e giudicati in abbreviato nell’ambito dell’inchiesta “Proelio”, su un presunto traffico di droga e su episodi di abigeato sponsorizzato da Cosa nostra tra le province di Agrigento e Ragusa.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.