LAMPEDUSA – “Violentò ragazzino”, il pm chiede 10 anni

Dieci anni di reclusione per il vigile del fuoco Antonio Nicolini, 48 anni, accusato di violenza sessuale ai danni di un ragazzino di undici anni. Sono le richieste del pubblico ministero Andrea Maggioni formulate al termine della requisitoria. Una discussione molto cruda, rigorosamente a porte chiuse  per salvaguardare la privacy del minore, durante la quale il magistrato della pubblica accusa ha sottolineato anche la circostanza che il pompiere ha tradito la fiducia della famiglia che lo riteneva quasi un secondo padre per il piccolo. L’uomo si trova  in carcere dal 18 ottobre del 2011. La sentenza dei giudici della seconda sezione penale potrebbe essere emessa l’8 luglio, dopo l’arringa degli avvocati difensori Silvio Miceli e Giuseppe Sciarrotta. La presunta violenza sarebbe avvenuta un mese prima dell’arresto a bordo del traghetto di linea “Palladio” della Siremar. La nave stava svolgendo il viaggio da Porto Empedocle verso Lampedusa.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.