LAMPEDUSA – Appello del M5s: “Chiudere il centro per migranti e potenziare l’ospedale”

“Dopo l’incendio avvenuto nell’hotspot di Lampedusa la settimana scorsa, la situazione rimane critica, più di quanto lo fosse già prima.
Un’accoglienza gestita male e in condizioni precarie che ogni giorno peggiora di più. Il centro di detenzione per migranti di Lampedusa è da sempre in uno stato di sovraffollamento, in pessime condizioni igienico sanitarie, con impianti elettrici e idrici fatiscenti, con materassi infestati da zecche e pulci”. Lo dicono i componenti M5S della commissione Cie-Cara Giuseppe Brescia, Vega Colonnese e Marialucia Lorefice.

I parlamentari propongono che “il centro di detenzione per migranti di Lampedusa, oggi con funzione di hotspot, venga chiuso e che si potenzi sull’isola il servizio sanitario con sale di ricovero. L’ospedale sarebbe un punto di assistenza sanitaria sia per gli isolani che per tutti coloro che si trovano in difficoltà nel Mediterraneo, siano essi migranti, pescatori o turisti”.

“I padiglioni si allagano con facilità sia a causa di pioggia sia per le infiltrazioni delle tubazioni di scarico e adduzione acqua dei bagni, i posti letto – concludono – sono ammassati negli alloggi uno sull’altro e in alcuni casi tenuti nelle aree esterne anche d’inverno. Tutto questo non può essere più ignorato”.

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.