LAMPEDUSA – Bruciata una barca di migranti

La scorsa notte qualcuno ha appiccato il fuoco a una barca di migranti custodita nei terreni di “Casa Fraternità, a Lampedusa, di proprietà della parrocchia. L’imbarcazione era stata destinata dall’ amministrazione comunale all’associazione Askavusa per il progetto del Museo delle migrazioni. Sul posto è stato trovato un foglio con la scritta “No ai clandestini liberi per l’isola. U capisti Alla prossima” e firmato “Gruppo armato Lampedusa libera”. Da giorni nell’isola si registra una certa tensione: alcuni abitanti sostengono che di notte i migranti ospitati nel centro d’accoglienza (e fra questi anche i 56 salvati nel naufragio dello scorso 6 settembre) lasciano la struttura e si aggirano per Lampedusa compiendo furti.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.