LAMPEDUSA – E’ rivolta per l’arrivo di migranti, gli abitanti:”«Non deve venire più nessuno»[VIDEO]

Ancora sbarchi di migranti e a Lampedusa scoppia la rivolta. Altri 50 immigrati, dopo i 67 che ieri avevano chiesto aiuto ad Alarm Phone e che erano riusciti ad arrivare nell’Isola delle Pelagie, sono sbarcati sulla spiaggia della Guitgia. Sul molo Favarolo, dove anche i nuovi arrivati sono stati portati, stamani c’erano più di 110 persone. Impossibile il trasferimento all’hotspot di contrada Imbriacola dove si trovano in quarantena i 46 migranti sbarcati lunedì. A Lampedusa s’è subito messa in moto la macchina dei trasferimenti. La compagnia marittima che gestisce il servizio di collegamento con Porto Empedocle ha imbarcato – perché deve rispettare le norme previste per il contenimento del Coronavirus – solo 50 immigrati che giungeranno in serata a Porto Empedocle. Per gli altri, circa 60, non c’è al momento una soluzione d’accoglienza.

Una sessantina di lampedusani, fra cui pescatori sono scesi in strada e hanno protestato davanti al Comune contro il sindaco Salvatore Martello per questi ultimi arrivi. «Noi siamo in quarantena e loro vanno passeggiando. Non deve venire nessuno su quest’isola, nessuno» hanno urlato gli esasperati lampedusani. La protesta è stata inscenata perché ieri tre dei 46 migranti sbarcati lunedì, e posti con ordinanza del sindaco in quarantena, sono riusciti ad allontanarsi dall’hotspot e sono stati sorpresi dopo che erano riusciti ad arrivare in via Roma. I lampedusani hanno paura del contagio da Coronavirus e sono soprattutto arrabbiati perché rispettano i decreti e le ordinanze del presidente del Consiglio e della Regione e i migranti «vanno invece a spasso». Il sindaco Totò Martello ha dato ragione ai concittadini e sta cercando di capire cosa sia accaduto all’hotspot.

Il sindaco di Lampedusa Totò Martello, dal canto suo, lancia un appello al ministro dell’interno Luciana Lamorgese: “Serve una “nave dell’accoglienza” ormeggiata di fronte al porto di Lampedusa: in questo momento credo sia l’unica soluzione possibile per evitare che altri migranti stazionino sull’isola dove non c’è più spazio per la loro permanenza”. 

Stop agli sbarchi per favore c'è un emergenza sanitaria così ci fate morire stato dove sei

Pubblicato da Giuseppe Solina su Mercoledì 8 aprile 2020

https://www.facebook.com/gianluca.dipalma.14/videos/3109067902478341/

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.