LAMPEDUSA – Il bancario trovato morto in camera d’albergo, eseguita l’autopsia

E’ stata effettuata l’autopsia sulla salma di Mario Pira, 63 anni, di Licata, dipendente della banca Unicredit, trovato morto nella sua camera d’albergo a Lampedusa, la mattina dello scorso 31 gennaio. Sulla vicenda il pubblico ministero Gianluca Caputo ha aperto un’inchiesta, con l’ipotesi di reato di omicidio colposo. E due medici risultano indagati.
Assieme al cadavere, nella stanza dell’hotel, i carabinieri trovarono alcuni certificati su alcune visite ed accertamenti sanitari, che la vittima aveva sostenuto alcune ore prima, nel poliambulatorio dell’Isola più grande delle Pelagie. A provocare la morte del bancario sarebbe stato un problema di natura cardiaca.
Ad eseguire l’esame autoptico, all’interno della camera mortuaria dell’ospedale “San Giovanni di Dio”, il medico legale Sergio Cinque, il quale, nelle prossime settimane consegnerà l’esito, così da chiarire le cause del decesso. La salma nelle prossime ore sarà restituita ai familiari per i funerali.

Condividi
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.