LAMPEDUSA – Incendio ed estorsione, ridotta condanna a Cono Cucina

A Lampedusa, il 20 novembre 2015, i Carabinieri hanno arrestato, in flagranza di reato, per estorsione aggravata, Cono Cucina, 45 anni. All’alba di giovedì 19 novembre 2015, a Lampedusa, in via Eleonora Duse, sono state incendiate 4 automobili parcheggiate nel piazzale antistante un autonoleggio. Poi, venerdì 20, Cono Cucina avrebbe incontrato il titolare dell’autonoleggio e gli avrebbe chiesto 200 euro per – sono le sue presunte parole – “stare tranquillo”. Dopo la denuncia dell’imprenditore, è stata organizzata con l’ appostamento dei Carabinieri la consegna del denaro ed è scattato l’arresto. In primo grado, il Tribunale ha condannato Cono Cucina a 4 anni e 10 giorni di reclusione. Adesso, in Corte d’Appello, condividendo le argomentazioni del difensore dell’imputato, l’avvocato Daniele Re, i giudici hanno ridotto la condanna a 3 anni e 7 mesi riqualificando in incendio un episodio di estorsione.

 

Condividi
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.