LAMPEDUSA – Peschereccio tunisino sperona motovedetta della Guardia costiera

Un motopesca tunisino che era stato sorpreso mentre era impegnato in una battuta di pesca in acque territoriali, a cinque miglia da Lampedusa, ha speronato una motovedetta della Guardia Costiera nel tentativo di darsi alla fuga. Il peschereccio, con venti uomini di equipaggio, è stato però bloccato da un’unità della Guardia di Finanza, subito intervenuta in soccorso e dirottato nel porto dell’isola. Il motopesca tunisino è stato sottoposto a sequestro mentre la posizione dei venti marittimi è ancora al vaglio degli inquirenti che stanno accertando le singole responsabilità. Sulla vicenda la procura di Agrigento ha aperto un’inchiesta; le ipotesi di reato, sulla base del codice marittimo, sono di resistenza e violenza contro nave da guerra oltre che di resistenza a pubblico ufficiale.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.