LAMPEDUSA – Sequestrato il deposito di carburante dell’aeroporto

Sequestro preventivo per il deposito di carburante dell’aeroporto di Lampedusa. Il provvedimento, eseguito dalla Guardia di finanza su delega del procuratore aggiunto Salvatore Vella e del sostituto Cecilia Baravelli, è stato emesso dal gip di Agrigento che ha ravvisato il rischio concreto di incendio. Il deposito, destinato ad assicurare il rifornimento degli aeromobili, è affidato alla gestione di una società a capitale privato. Le indagini sono state avviate a seguito di un esposto presentata dai responsabili della Ast Aeroservizi Spa, società concessionaria di Enac della gestione totale dell’aeroporto di Lampedusa. Le verifiche, affidate alla Guardia di Finanza e ai Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Agrigento, hanno accertato numerose e gravi irregolarità nel funzionamento delle attrezzature e dei dispositivi antincendio, nonché numerose violazioni della normativa sulla sicurezza dei lavoratori. L’amministratore della società privata usuaria del deposito è stato indagato e sono già state avviate le iniziative necessarie per assicurare la continuità del servizio di rifornimento degli aeromobili in transito sull’isola di Lampedusa.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.