LAMPEDUSA – Tangenti, assolto l’ex Presidente del Consiglio

La Corte d’Appello di Palermo, presieduta da Gioacchino Natoli, ha ribaltato la sentenza di primo grado di condanna, e ha assolto, “perché il fatto non sussiste”, Vincenzo D’Ancona, 47 anni, ex presidente del Consiglio comunale di Lampedusa, imputato di avere preteso una tangente dall’imprenditore agrigentino, Massimo Campione. D’Ancona, difeso dall’ avvocato Luigi Troja, in primo grado, e in abbreviato, è stato condannato a 1 anno di reclusione per tentata concussione per aver preteso, nel 2008, una tangente di 10 mila euro da Massimo Campione al fine di sbloccare la pratica su alcuni pagamenti di crediti vantati dall’imprenditore. La Corte d’Appello, inoltre, ha assolto Angelo Cucina, 37 anni, imputato di abuso d’ufficio ed edilizio per aver costruito un canile abusivo e mai utilizzato.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.