LAMPEDUSA – Tragico sbarco con immigrato morto: 2 fermi

La Squadra Mobile di Agrigento ha eseguito un decreto di fermo – emesso dalla Procura di Agrigento con il sostituto procuratore Cecilia Bavarelli – a carico di un nigeriano – Cletus Feda, 23 anni – e un egiziano – Ibrahim Muhammed Ridha, 35 anni – responsabili del reato di favoreggiamento dell’immigrazione.

I due scafisti, uno addetto alla navigazione mentre l’altro dotato di bussola indicava la rotta, avrebbero trasportato partendo dalle coste libiche 40 immigrati a Lampedusa. Il viaggio verso l’Italia è cominciato l’8 novembre.

Dopo due giorni di navigazione, a causa delle condizioni climatiche avverse, il motore del gommone su cui viaggiavano i migranti andava in avaria e, in balia delle onde, si avvicinano ad un peschereccio che si trovava in zona per raccogliere le reti da pesca. Alcuni dei migranti, impauriti, si sono tuffati in mare e soccorsi dall’equipaggio del peschereccio.

Uno di loro, gettatosi in mare nel tentativo di mettersi in salvo e raggiungere il peschereccio, è annegato nelle acque agrigentine.

 

Condividi
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.