LAMPEDUSA – Trovati cinque panetti di hashish nei fondali del porto

Cinque panetti di hashish del peso di oltre sei chilogrammi sono stati trovati pulendo i fondali del porto di Lampedusa. La droga è rimasta impigliata nella rete della barca spazzamare che sta curando il servizio in vista della stagione estiva della stagione estiva. I lavori di pulizia dei fondali, iniziati circa dieci giorni fa, sono coordinati dal comune e della capitaneria di porto con la collaborazione di Legambiente, del personale della riserva marina, dei titolari dei diving dell’isola e di alcuni pescatori.

“Inizialmente, sembravano due sassi, – ha detto Salvatore Taranto, operaio in servizio sulla barca spazzamare – ma poi guardando meglio nella rete abbiamo capito che si trattava di due panetti di hashish. Abbiamo chiamato la capitaneria di porto consegnando la droga”.

“Subito dopo il ritrovamento dei due panetti – ha spiegato il comandante della capitaneria di porto, Giuseppe Cannarile – ne abbiamo recuperati altri tre in diverse immersioni, adesso stiamo scandagliando attentamente tutta l’area con l’ausilio di alcuni sommozzatori. Abbiamo sequestrato la sostanza stupefacente che, grazie al tipico confezionamento con scotch da imballaggio, è ancora integra nonostante la permanenza in acqua”.

Indagini sono adesso in corso per accertare la provenienza e la destinazione della droga. L’ipotesi più plausibile è che qualcuno l’abbia buttata in mare durante un controllo e che poi non sia stato nelle condizioni di poterla recuperare.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.