LAMPEDUSA – Trovato terzo cadavere

Un cadavere quasi certamente di un migrante morto durante la traversata verso le coste siciliane, è stato avvistato a Linosa, nelle Pelagie.

Il corpo potrebbe appartenere a uno dei dispersi del naufragio di una settimana fa al largo di Lampedusa. Fino ad ora sono stati individuati solo tre cadaveri; i superstiti sono 56.

Intanto il ministro degli Affari Esteri tunisino Rafik Abdessalem è arrivato a Lampedusa, accompagnato dall’ambasciatore in Italia, Naceur Mestiri, per una visita sull’isola in seguito al naufragio. Il rappresentante del governo tunisino, che ieri aveva incontrato a Roma il titolare della Farnesina Giulio Terzi e il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, è stato ricevuto dal sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini.

Dopo una breve conferenza stampa nella sede dell’aeronautica militare, la delegazione ha visitato il Centro di prima accoglienza di contrada Imbriacola dove sono ospitati i 56 superstiti. Ieri pomeriggio al Viminale Abdessalem e Cancellieri hanno concordato di costituire una commissione mista al fine di individuare ogni utile elemento sulle dinamiche del naufragio e sull’identità dei tunisini scomparsi nella sciagura.

Nel corso del colloquio è stato affrontato anche il tema del rafforzamento della collaborazione bilaterale in materia migratoria, alla luce “del comune interesse di Italia e Tunisia – come si legge in una nota del Viminale – al contrasto delle organizzazioni criminali che sfruttano i migranti e alla prevenzione di tragici naufragi nel Mediterraneo”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.