LAVORI PUBBLICI – Raddoppio statale 640, mancano 3 chilometri

Saranno completati entro il 30 settembre prossimo i lavori contrattualmente previsti del primo maxilotto della Ss 640 di Porto Empedocle. Ad ottobre, forse già entro la prima metà del mese, saranno invece completati i lavori di rifinitura come parapetti, grigliati verticali ed orizzontali, recinzioni, segnalatica e via dicendo. Ad assicurarlo è l’ingegnere Calogero Abissi, direttore tecnico del lotto “Empedocle” del gruppo Cmc che sta svolgendo i lavori per il raddoppio della superstrada Porto Empedocle – Agrigento – Caltanissetta.

Tra le ultime buone notizie per gli automobilisti è che adesso è già percorribile lo svincolo Caldare per Favara ed è già stata eliminata la deviazione al bivio di Castrofilippo. Complessivamente sono già stati completati circa 28 chilometri di strada, all’appello mancano gli ultimi 3 chilometri. “Non appena l’Anas riconsegnerà ad “Empedocle” le aree su cui ricadono i restanti 3 chilometri di strada da completare noi saremo subito pronti a dare il via ai nuovi lavori”, ha spiegato ieri l’ingegnere Calogero Abissi.

L’opera è costituita dal primo tratto dell’ammodernamento della strada statale 640 per un totale di 31 km. Si tratta di una piattaforma a doppia carreggiata, ciascuna costituita da due corsie di 375 metri, affiancate da banchine pavimentate di 1,75 metri e separate da uno spartitraffico. In questo tratto sono compresi 7 svincoli e 67 rami di viabilità secondaria. L’asse principale include una galleria artificiale e ventuno viadotti, mentre tra viabilità secondaria e svincoli è prevista anche la costruzione di cinque nuovi viadotti e l’adeguamento di un viadotto esistente. La lunghezza totale dei viadotti sarà di circa 6 chilometri. I lavori di adeguamento a quattro corsie della superstrada Ss 640 di Porto Empedocle – Itinerario Agrigento – Caltanissetta (A19 dal km. 9+800 al km 44+400), appaltati dall’Anas Spa, vengono così completati nei tempi contrattuali previsti di cinque anni con la formula contrattuale del general contractor.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *