Le spoglie del giudice Rosario Livatino rimangono a Canicattì

L’Arcidiocesi di Agrigento, retta dall’arcivescovo e cardinale Francesco Montenegro, ha risolto le diatribe, prevenendone altre, insorte sulla contesa delle spoglie di Rosario Livatino: se mantenerle a Canicattì oppure trasferirle ad Agrigento. La stessa Arcidiocesi dichiara: “Le spoglie mortali del servo di Dio giudice Rosario Angelo Livatino, pur rimanendo nella piena e legittima disponibilità dell’Arcidiocesi di Agrigento, rimarranno nella cappella del cimitero di Canicattì, dove attualmente sono custodite. Congiuntamente con le amministrazioni Comunali di Canicattì e Agrigento, con i rappresentanti della forania e delle aggregazioni laicali di Canicattì e con ex colleghi del prossimo Beato, si è pervenuti alla decisione di non presentare alcuna istanza di estumulazione e traslazione. Le parti coinvolte auspicano vivamente che la decisione assunta contribuisca a creare il clima di serenità indispensabile per vivere convenientemente il tempo della preparazione alla Beatificazione”.

Condividi
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.