LEGGE 104 – Continua la lotta di Antonella Zammito

Antonella Zammito, l’insegnante di Aragona, continua a lottare per far valere i suoi diritti e quelli del figlio malato, affetto da una rara patologia neurodegenerativa. Dal 2004  è “costretta” a lavorare a Catania, dove deve recarsi quotidianamente, pur avendo la necessità di un trasferimento per accudire Andrea, il figlio 19enne,  e deve tutti i giorni fare andata e ritorno dal capoluogo etneo dove le hanno assegnato una cattedra.

Al momento non è stato possibile assegnare una sede lavorativa più vicina alle esigenze dell’insegnante. Si spera che le norme possano cambiare, o forse sarebbe meglio dire, vengano cambiate, e consentire a questa mamma coraggiosa di poter essere più vicina al figlio.

Nel frattempo continua la petizione online” Non possiamo lasciarli soli”, diretta alle  ministre Valeria Fedeli e Marianna Madia che ha già ottenuto oltre 13mila firme.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.