LICATA – “Agguato a pugni e bastonate per non saldare debito”: 2 rinvii a giudizio

 

Agguato a pugni e bastonate per non saldare un debito. I licatesi Carmelo Marino, 37 anni, e Davide Callea, 30 anni, finiscono davanti al gup con le accuse di tentata violenza privata, lesioni aggravate e porto ingiustificato di bastone.

I due imputati, che hanno nominato come difensore l’avvocato Gaspare Lombardo, avrebbbero picchiato alla testa e al volto un uomo al quale dovevano restituire del denaro che avevano ricevuto in prestito. L’uomo riportò gravi lesioni e traumi. L’udienza preliminare per decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio presentata dal pm Andrea Maggioni è in programma l’8 febbraio davanti al gup Francesco Provenzano. L’aggressione sarebbe avvenuta il 6 aprile del 2016.

 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.