LICATA – Alfonso Buscemi(Fp-Cgil) preoccupato per il futuro dell’ospedale San Giacono d’Altopasso

Un’altra brutta notizia per l’ospedale di Licata la sala operatoria non sarà più utilizzata per due branche chirurgiche al giorno ma per un solo reparto a causa della mancanza di anestesisti, su una dotazione organica che prevede 9 anestesisti sono presenti 4 lavoratori oltre ad uno con limitazioni. “ Siamo seriamente preoccupati per il futuro di questo Ospedale – dichiara Alfonso Buscemi, segretario della Fp Cgil – perchè troppe coincidenze ci fanno pensare al serio rischio di morte per inedia di un presidio ospedaliero che per il bacino di utenza e la posizione geografica, è strategico, non solo per poter assicurare il diritto alla salute come previsto dalla normativa che regola il Servizio Sanitario Nazionale ma, anche, per il ritorno economico che questo presidio assicura e potrebbe assicurare . Da oltre un anno abbiamo chiesto al Commissario Straordinario dottor Messina di ampliare le sedute di interventi anche nelle sedute pomeridiane al fine di rispondere alle tante richieste di interventi ma, anche, per accorciare le liste di attesa; in questo ospedale abbiamo diverse eccellenze che garantiscono una risposta importante ai cittadini ma, anche, un ritorno economico all’Azienda agrigentina, ragionamento tanto caro ai Manager che molto spesso operano come ragionieri piuttosto che professionisti di aziende che devono garantire il diritto alla salute – conclude Buscemi .

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.