LICATA – Assolto Centorbi: 3 anni fa sterminò un’intera famiglia

La Corte d’Appello di Caltanissetta ha assolto Giuseppe Centorbi, 42 anni, di Licata, dall’accusa di omicidio, perché “incapace di intendere e volere”. L’uomo, che in primo grado venne condannato all’ergastolo, nel giungo del 2011, avrebbe ammazzato Filippo Militano, la moglie Giuseppa Carlino e il figlio Salvatore, tutti di Licata, in un casolare di campagna di contrada Desusino, tra i territori di Butera e Licata.
Accolta le tesi del suo difensore, l’avvocato Salvo Macrì, alle quali si era associato anche il procuratore generale. Centorbi, adesso, sarà scarcerato e ricoverato in un ospedale psichiatrico. Nel corso del
processo l’imputato è stato sottoposto a perizia psichiatrica e secondo i medici al momento della strage l’uomo non era lucido di mente.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.