LICATA – AUT AUT: chiesti 19 rinvii a giudizio

La Procura della Repubblica di Agrigento ha chiesto il rinvio a giudizio di 19 licatesi, coinvolti nell’inchiesta denominata “Aut aut”, accusati di manipolare – con minacce dirette o indirette rivolte ad avvocati, professionisti e persino magistrati – gli esiti delle aste fallimentari, riuscendo ad acquisire immobili a basso prezzo. Questi i loro nomi: Angelo Consagra, 41 anni, Vincenzo Amato, 26 anni, Angelo Amato, 30 anni, Angelo Antona, 46 anni, Angelo Massaro, 44 anni, Ottavio Giuseppe Amato, 57 anni, Alessio Gueli, 26 anni, Giovanni Incorvaia, 61 anni, Michele Vedda, 29 anni, Orazio Candiano, 29 anni, Gaetano Castagna, 25 anni, Claudio Catania, 24 anni, Antonino Oliveri, 25 anni, Bartolo Consagra, 37 anni, Giorgio Cantiano, 55 anni, Giuseppe Lombardo, 65 anni, Antonio Cannizzaro, 45 anni, e Gerlando Di Carlo, 24 anni, tutti di Licata. I reati, contestati a vario titolo agli imputati, sono estorsione, usura, detenzione di armi, turbativa d’asta e spaccio di stupefacenti. L’udienza preliminare, che verrà celebrati dinanzi al Gup del Tribunale di Agrigento, è stata fissata per il 28 gennaio prossimo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.