LICATA – Brandara:”Contro intimidazioni più forza a coraggio e onestà”.

Si puo’ annerire una targa, ma non lo splendore delle tantissime persone oneste. Qualcuno pensa di fermare il processo di ripristino della legalità avviato, con azioni intimidatorie, che evidenziano solamente viltà e degrado umano e morale : è in errore.”.

Così oggi il Presidente del Consorzio per lo Sviluppo e la legalità On. Mariagrazia Brandara, dopo avere appreso la notizia della molotov lanciata a Licata contro un bene confiscato.

E a Licata – continua- proprio in occasione del mio mandato commissariale, ho posto in essere una serie di provvedimenti per la legalità. Uno tra tanti,la mappatura e il controllo generale di legittima occupazione e ho apposto la targa, che adesso hanno tentato di distruggere,su quel bene .

La risposta è arrivata – sottolinea Brandara – quella della criminalità organizzata, che vuole stoppare, intimidire noi, l’ Associazione A Testa Alta, e principalmente i cittadini onesti, che credono e sostengono le azioni di legalità e che rappresentano la maggior parte della società.

Sappiano, coloro che vogliono imporre le logiche della sopraffazione alla democrazia – conclude il Presidente del Consorzio della Legalità e lo Sviluppo – che, contro di loro si leverà sempre alta la voce della denuncia a fianco delle forze dell’ordine e degli inquirenti che, con il loro lavoro, riusciranno a debellare i comportamenti contrari alla legge e alla moralità.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.