LICATA – Cade e sbatte contro la porta e i pezzi di vetro gli recidono gli organi vitali

Cade in casa è muore dissanguato. E’ giunto cadavere in ospedale, Dario Angelo Zirafi di 36 anni. Il suo cuore si è fermato prima dell’arrivo dei soccorritori. Vani i tentativi di salvargli la vita del personale medico. La tragedia si è consumata nelle ore notturne tra sabato e domenica. Zirafi, dopo avere trascorso gran parte della serata in compagnia di amici, era da poco tornato nella sua abitazione. Quello che è successo da li a poco deve essere ancora stabilito. L’uomo era già privo di sensi quando è stato soccorso. Qualcuno dei familiari, allarmandosi, è andato a dare una controllata. Dopo la scoperta la chiamata al numero unico di emergenza 112. Il 36enne dava ancora piccoli segni di vita, per cui è stato deciso di sistemarlo su una lettiga, e con l’ambulanza trasportato al pronto soccorso dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” di Licata. Una corsa, purtroppo servita a nulla.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.