LICATA – Chiazza nera nel Salso: si teme inquinamento

Una chiazza nera, ampia oltre mille metri quadrati, è stata scoperta  da militari della guardia costiera ed agenti della polizia municipale alla foce del Salso. Immediatamente l’Ufficio circondariale marittimo ha effettuato dei prelievi di acqua e  invierà i campioni all’Arpa di Agrigento affinchè sia stabilita la natura della chiazza. Dell’accaduto è stata informata la procura di Agrigento. Ad annunciare l’intervento alla foce del fiume Salso è stato, il tenente di vascello Luca Montenovi, comandante della guardia costiera. L’ufficio circondariale marittimo ha agito congiuntamente con la polizia municipale, guidata dal commissario Giovanna Incorvaia. “Nell’ambito di attività di indagine in essere da qualche giorno, è stato accertato –  lo sversamento in mare di sostanze reflue maleodoranti provenienti dall’impianto di depurazione. La guardia costiera ipotizza “un guasto tecnico dell’impianto che ha portato la fuoriuscita dei fanghi nelle acque della foce del fiume Salso, riversandosi conseguentemente in mare”, ma è chiaro che al momento si tratta soltanto di un’ipotesi che attende di essere confermata.


 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.