LICATA – Depredavano cavi in rame dalla linea ferroviaria: 2 arresti

Nella serata di ieri, a Licata, i carabinieri del Nucleo radiomobile della locale Compagnia, hanno arrestato in flagranza di reato Salvatore Alabiso Melchiorre, 42 anni, bracciante agricolo, ed Emanuele Lo Vullo, 39 anni, disoccupato, entrambi licatesi e già ben noti alle Forze dell’Ordine, poiché resisi responsabili del reato di furto aggravato in concorso.
Nel corso di un servizio di pattugliamento del territorio, i militari dell’Arma, diretti dal capitano Marco Currao, intervenivano in una zona periferica di Licata, più precisamente nella contrada “Colle d’Oro”, lungo la tratta ferroviaria Canicattì – Licata, dove sorprendevano i due mentre erano intenti ad asportare 5 matasse di cavi telefonici in rame, adibiti al cablaggio della linea ferroviaria, della lunghezza totale di ben 200 metri circa, per un peso complessivo di 350 chili, dopo aver tranciato e divelto alcuni binari della ferrovia.
Pertanto i cavi venivano posti sotto sequestro ed affidati a personale autorizzato di Rete Ferroviaria Italiana.
Gli arrestati, espletate le formalità di rito, venivano trattenuti presso le camere di sicurezza della caserma dei carabinieri di Licata, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.