LICATA – “Estorsione” concluse le indagini per 10 indagati

Il pubblico ministero Matteo Delpini ha fatto notificare l’avviso di conclusione delle indagini preliminari – l’atto che precede la richiesta dl rinvio a giudizio e la fissazione dell’udienza preliminare – ai 10 indagati per estorsione, appropriazione indebita, favoreggiamento e false informazioni al pubblico ministero.

Il 10 ottobre scorso scattò l’operazione della Guardia di finanza con cinque misure cautelari: tre arresti domiciliari e due divieti di dimora a Licata. Nove dipendenti delle comunità “Arcobaleneo” e “Libero Gabbiano” di Licata, secondo quanto ipotizza la Procura, sarebbero stati costretti, dopo aver firmato un foglio di dimissioni in bianco, dopo che ricevevano il bonifico mensile dello stipendio, a restituirne in contanti un terzo.

L’ordinanza cautelare firmata dal Gip Stefano Zammuto è stata confermata quasi interamente dal tribunale del Riesame che, però, ha escluso la sussistenza del reato associativo.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.