LICATA – Il Punto Nascite resta chiuso. Ma sarà eseguito l’adeguamento [VIDEO]

Il punto nascite di Licata non chiude, almeno per il momento. Infatti ha ottenuto una proroga di tre mesi, entro i quali, si devono ottemperare le prescrizioni dettate dal Ministero della Salute.

Questo il risultato dell’incontro che si è svolto ieri all’Asp di Agrigento convocato dal Direttore, Salvatore Lucio Ficarra, alla quale ha partecipato, tra gli altri, il Sindaco di Licata, Angelo Cambiano.

“Ottenuta la deroga alla chiusura – ha affermato Cambiano – il Punto nascite va potenziato. Ci sono 90 giorni per adeguare e potenziare il reparto agli standard previsti dal ministero.

Sono già partite le procedure per adeguare il Punto nascite. Probabilmente dalla prossima settimana – Continua il Sindaco – partiranno già i lavori di ristrutturazione alla sala parto. In questo arco temporale sono garantiti nel reparto i ricoveri urgenti”.

“Abbiamo trasformato – afferma invece il Direttore Ficarra – la chiusura in sospensione dell’attività per adeguare in 90 giorni il reparto ai requisiti strutturali e di personale. Entro questo tempo dovremmo fare tutti gli atti necessari. Allo scadere si procederà alla riapertura del Punto nascite. Voglio precisare che la Ginecologia di Licata rimane aperta e garantirà tutto il percorso nascita alle pazienti ed è solo l’atto finale che non potrà essere fatto a Licata in questo periodo. Licata garantirà però le emergenze”.

Nel frattempo, l’ assessore alla Sanità, Baldo Gucciardi, è impegnato a valutare l’ impatto della chiusura di 4 reparti in Sicilia al di sotto degli standard ministeriali, annunciando tolleranza zero verso i reparti non in regola.

“Non tollererò – afferma Gucciardi – situazioni di insicurezza nè negli ospedali piccoli nè in quelli grandi. Chi resta aperto deve garantire personale, strutture e dotazioni tecnologiche adeguate. Organizzare una manifestazione con whatsapp è facile, più difficile garantire il rispetto delle regole di sicurezza”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.