LICATA – “Illegittima iscrizione alla Crif”, il Tribunale condanna Banca popolare

“Illegittima iscrizione alla Crif”, il Tribunale condanna Banca popolare di Licata
Il Tribunale di Agrigento ha dichiarato illegittima la segnalazione “a sofferenza” effettuata dalla Banca popolare di Licata nei confronti di alcuni nominativi che avevano pagato delle rate in ritardo. In accoglienza della tesi dell’avvocato Salvatore Falzone, difensore dei morosi, infatti, il Tribunale ha dichiarato che la banca, prima della segnalazione alla “Crif”, Centrale rischi finanziari, avrebbe dovuto avvisare gli interessati tramite raccomandata o posta certificata.

“Illegittima iscrizione alla Crif”, il Tribunale condanna Banca popolare di LicaLa banca è stata quindi condannata alla cancellazione dell’iscrizione comunicando alla “Crif” l’illegittimità della segnalazione, oltre al pagamento delle spese legali ammontanti a tremila euro.“ 

Potrebbe interessarti: http://www.agrigentonotizie.it/cronaca/condanna-banca-popolare-licata-illegittima-iscrizione-crif.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Agrigentonotizieit/117363480329

 

 

Potrebbe interessarti: http://www.agrigentonotizie.it/cronaca/condanna-banca-popolare-licata-illegittima-iscrizione-crif.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Agrigentonotizieit/117363480329

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.