LICATA – L’omicidio di Pasquetta, il Pm chiede un ergastolo

Poco più di un anno fa era stato arrestato con l’accusa di avere ucciso, il 2 aprile del 2018, giorno di Pasquetta, il licatese Angelo Carità. Ora il pubblico ministero Chiara Bisso ha chiesto la condanna all’ergastolo.

La richiesta è stata avanzata nei confronti di Orazio Rosario Cavallaro, di 61 anni, residente a Ravanusa ma originario di Catania.

I magistrati della Procura della Repubblica di Agrigento ritengono che Orazio Rosario Cavallaro sia il killer di Angelo Carità. Quest’ultimo, come si ricorderà, il 2 aprile dello scorso anno era stato freddato a colpi di pistola calibro 9 ad ora di pranzo, mentre si trovava in un fondo di sua proprietà. Carità solo da poco aveva lasciato il carcere, per decorrenza dei termini, dopo essere stato condannato all’ergastolo per l’omicidio di Giovanni Brunetto.

Le indagini dei carabinieri della compagnia di Licata durarono 6 mesi, ed al termine Cavallaro venne arrestato.

Il processo viene celebrato con il rito abbreviato, davanti al Gup Luisa Turco.


Condividi
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.