LICATA – Omicidio Brunetto, perito “scagiona” Bianchi

La perizia della polizia scientifica “scagiona” Angelo Bianchi , il licatese accusato, insieme ad Angelo Carità, dell’omicidio di Giovanni Brunetto, il piccolo imprenditore agricolo di Licata scomparso il 7 maggio del 2014 ed il cui cadavere , fatto a pezzi, venne rinvenuto nel successivo mese di ottobre in un fondo di Canicattì. Nel corso dell’incidente probatorio, Paola Simone della polizia scientifica ha escluso la presenza di tracce di sangue sul camion dell’indagato. Esclusa la compatibilità tra i profili genetici. Il legale chiederà l’archiviazione per l’uomo accusato di avere partecipato al delitto. E’ sotto processo Angelo Carità, accusato di avere assassinato Giovanni Brunetto insieme ad Angelo Bianchi, alcuni mesi fa, iscritto nuovamente nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Agrigento.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.