LICATA – Omicidio C.da Nicolizia: eseguita autopsia sul cadavere

Dall’autopsia, durata oltre sette ore, è emerso che il giovane trovato cadavere nella villetta di contrada Balatazze, è stato selvaggiamente picchiato prima di essere soppresso a colpi d’arma da fuoco. La sua è stata un’esecuzione. La pista dell’omicidio, imboccato subito dopo l’ispezione cadaverica del medico legale, ha trovato conferme ieri pomeriggio, dopo l’esame autoptico effettuato dal medico legale Cataldo Ruffino dell’Università degli Studi di Catania, nella camera mortuaria dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Prima dell’autopsia, il medico legale, ha eseguito la prova del Dna, che tra qualche giorno darà conferma sull’identità della vittima, nel ventiquattrenne licatese Angelo Truisi, scomparso il 2 gennaio scorso.

Al momento ci sono una scarpa, alcuni brandelli di vestiti e un mazzo di chiavi, riconosciuti dalla madre di Angelo Truisi, quanto basta per avere una prima importante certezza. Nei giorni scorsi un giovane licatese è stato iscritto sul registro degli indagati nell’ambito della scomparsa di Truisi.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.