LICATA – Operaio morto folgorato, lutto cittadino

Si svolgeranno oggi alle 19 nella chiesa San Giuseppe Maria Tomasi di Licata, i funerali di Giovanni Callea, il muratore licatese di 44 anni morto folgorato da una scarica elettrica mentre stava realizzando un massetto in cemento armato in un cantiere edile di contrada Piano Bugiades.

La salma è stata restituita alla famiglia e la bara è stata trasferita alla funeral house di Marianello dove centinaia di licatesi si sono stretti attorno alla famiglia dello sfortunato operaio, affranta dal dolore. Callea lascia la moglie e due figli in tenera età.

Il sindaco Angelo Cambiano, ha proclamato il lutto cittadino in segno di cordoglio e di partecipazione dell’intera città. “A tal fine – scrive Cambiano – è stata disposta l’esposizione a mezz’asta delle bandiere di tutti gli uffici pubblici comunali e degli enti pubblici e privati, nonché degli edifici scolastici di ogni ordine e grado; disposta, inoltre, la sospensione di ogni manifestazione in programma”.

Sul fronte giudiziario, la Procura di Agrigento ha aperto un’inchiesta sulla morte di Giovanni Callea.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.