LICATA – Processo “Lenone”: sentenza riformata con piccolo sconto di pena

La Corte d’Appello di Palermo ha emesso la sentenza nell’ ambito dell’ inchiesta cosiddetta “ Lenone”, per sfruttamento della prostituzione, favoreggiamento della immigrazione clandestina, detenzione e cessione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, e detenzione illegale di arma da fuoco, tutte ipotesi di reato perpetrate tra Licata e dintorni. Al romeno Vasile Radu, di 38 anni, sono stati inflitti 9 anni e 9 mesi di reclusione. Poi, i fratelli, Gicu Radu, di 33 anni, condannato a 8 anni e 4 mesi di carcere, Ionut Radu, di 25 anni, condannato a 7 anni, e la loro madre, Cocuta Radu, di 56 anni, condannata a 8 anni di reclusione. Poi, per i fratelli licatesi, Angelo Grillo 1 anno e 8 mesi, e Tommaso Grillo, 1 anno.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.