LICATA – Sfruttavano prostitute romene minorenni: condannati

Il tribunale di Agrigento, presieduto da Giuseppe Melisenda, ha condannato Giuseppe Grillo a 12 anni e a 9 anni Adriana Maria Radulescu, i due gestivano un locale notturno a Licata, il Paradise. Sono accusati di sfruttamento della prostituzione minorile e produzione di materiale pedopornografico. L’inchiesta è stata condotta dal pm della dda di Palermo Amelia Luise. Secondo gli investigatori – l’inchiesta si basa essenzialmente sulle intercettazioni -, i due adescavano le vittime, minorenni, in Romania, le facevano arrivare a Licata e le impiegavano nel loro locale.

Al Paradise organizzavano spogliarelli ed altri spettacoli, poi in una casa, che è stata confiscata, avvenivano gli incontri coi clienti. Dalle intercettazioni è emerso che, saputo che una delle ragazzine era incinta, i due hanno tentato di farla abortire con della candeggina.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.