Tele Studio98

la forza dell'innovazione

LICATA – “Sparò al vicino di casa”: chiesti 10 anni di reclusione

Avanzati per Calogero Antona, 43 anni, di Licata, arrestato dai carabinieri l'11 maggio dell'anno scorso.

A Licata, l’ 11 maggio 2014, un poliziotto catanese ha sventato un omicidio. Si tratta di Nando Corallo, ispettore in servizio alla Questura di Catania. L’ uomo, libero dal servizio, è con la moglie a Licata, diretto al porto turistico per assistere al concerto di Fabio Concato. Ad un tratto si accorge di un uomo che punta una pistola contro un altro uomo a distanza ravvicinata. Il poliziotto salta subito fuori dall’auto, si presenta, si qualifica, e intima di non muoversi. Nonostante ciò l’aggressore preme il grilletto. L’arma si inceppa. Corallo allora immobilizza l’ uomo armato e, anche con l’aiuto della vittima, lo disarma. L’attentatore è stato arrestato dai Carabinieri. Si tratta di Calogero Antona, 43 anni, già sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza. La pistola è stata sequestrata. Si tratta di una Colt’s calibro 38, di produzione americana con matricola abrasa. Ebbene, adesso, ad Agrigento, al palazzo di giustizia, a conclusione della requisitoria, il pubblico ministero Matteo Delpini ha chiesto la condanna di Calogero Antona a 10 anni di carcere.

About The Author

Condividi