M5S in evidente crisi. Ida Carmina e Anna Alba non risparmiano il proprio partito. [VIDEO]

Dagli ultimi video delle due sindache pentastellate Ida Carmina di Porto Empedocle e, Anna Alba, di Favara , si può notare come gli scriccholi e la crisi all’interno del Movimento 5 Stelle è sempre più evidente. Le questioni riguardano due aspetti. Per quanto riguarda quello di Porto Empedocle, la Sindaca Ida Carmina, ormai da settimane sembra seriamente preoccpauta per quello che avviene sul fronte degli sbarchi dei migranti nella città di Porto Empedocle. Già da settimane Ida Carmina lancia appelli disperati da far arrivare al Governo centrale che, non si possono più accettare gli sbarchi con conseguente dirottamento dei migranti a Porto Empedocle o addirittura nella vicina Siculiana come nell’ultimo caso. Carmina ha intanto criticato, seppur velatamente, la scelta del presidente Musumeci che ha deciso di collocare una nave da quarantena a Palermo. Un luogo, sottolinea, che è fuori dal circuito degli sbarchi che invece sono concentrati nel canale di Sicilia. Per lei sarebbe stato più opportuno collocare la nave a Porto Empedocle o a Lampedusa, o a Pozzallo, che sono le zone interessate dal fenomeno migratorio. “Questi porti – ha detto – sono infatti esposti a un alto rischio in fase di emergenza sanitaria e non possono essere lasciati al loro destino”. “Non esistono cittadini di serie A e altri di serie B. La sicurezza deve essere garantita in tutto il territorio”. La sindaca Ida Carmina ha pure annunciato che esporrà le sue ragioni davanti alla commissione bicamerale Schengen dove è stata convocata per mercoledì.

L’ultimo caso riguarda la Sindaca di Favara, Anna Alba che si è scagliata contro l’On Giovanni Di Caro del suo stesso partito il Movimento 5 Stelle. Motivo che hanno spinto la prima cittadina di Favara a scagliarsi contro un esponente del suo stesso partito è la concessione degli voucher nei confronti di tutte quelle persone che si trovano in stato di necessità. “Ebbene, rileva Anna Alba. purtroppo dalla Regione, invece, di far arrivare un aiuto concreto arriva tutt’altro. Stamattina mi arriva una notifica, una richiesta di accesso agli atti a firma dell’On Giovanni Di Caro, che mi richiede tutta una serie di atti per la produzione degli voucher per i beni alimentari. Siamo nel paradosso più totale- rimarca Anna Alba – un deputato che è sconosciuto alla città di Favara , che oggi viene e scrive, rallentando inotre gli uffici a volere dei chiarimenti nelle procedure. Lui avrà tutti i chiarimenti del mondo e tutti gli atti necessari , perchè come lui ben sa , questi documenti verranno trasmessi anche alla Guardia di Finanza. Ma è veramente inammissibile che un onorevole dello stesso colore politico del Sindaco che amministra il paese con mille difficoltà e con una pandemia da affrontare con migliaia di cittadini che chiedono di avere contributi voucher possa permettersi di fare un’azione del genere. E’ veramente inammissibile.Io segnalerò il tutto anche ai probiviri- prosegue Anna Alba- e al capogruppo, perchè questo che mi è stato chiesto lo dovrebbe fare l’opposizione e non un onorevole del mio stesso colore politico. Io non ho mai risposto agli attacchi , ma oggi sono veramente stanca , e significa un’altra volta vessare i cittadini e rallentare il sistema. Sono molto arrabbiata e ho fatto le dovute segnalazioni . Ma la mia domanda è un’altra,cosa sta facendo lui per il suo territorio dato che è completamente sconosciuto.Dato che non ha mosso un dito per la propria comunità. Ha donato dei soldi ad un’altra comunità e non alla sua.. Ma non è una questione di soldi è la questione del principio e dell’impegno.Io sono veramente indignata verso questa persona, perchè, non può permettersi attraverso la sua posizione gerarchicamente superiore di imporre la sua supremazia.Spero che i cittadini comprendano il mio sfogo , ma noi Sindaci viviamo in trincea e tocchiamo i problemi con mano , qualcuno, invece fa inutili propagande , ma non è il momento della campagna elettorale”. Insomma, da Porto Empedocle e Favara le due Sindache grilline di certo non le mandano a dire ai loro stessi governanti e compagni di partito.

Pubblicato da Anna Alba su Lunedì 20 aprile 2020

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *