MAFIA – Proroga 41 bis a Provenzano, i figli:”Facciano vedere come sta oggi”

La decisione del ministro della Giustizia di prolungare il carcere duro che scadeva ieri al capomafia Bernardo Provenzano non è andato giù ai figli. “Perizie mediche  e relazioni del reparto ospedaliero di Parma riconoscono l’incapacità di nostro padre – commentano – Angelo e Francesco Paolo Provenzano. Alla luce di tali atti le Procure hanno espresso parere negativo alla proroga del 41 bis. Il ministro invece l’ha prorogato. Ci chiediamo: esiste altra perizia medica che smentisce e dichiara false le precedenti? Pensiamo di no”. “Chiediamo, a questo punto, – dicono i figli del boss – che sia resa pubblica l’immagine attuale di questo “detenuto speciale” con gli occhi al soffitto, chiuso in una stanza blindata con tre guardie del Gom e un sondino al naso per nutrirsi”. “Esistono le registrazioni audio video – degli pseudo colloqui mensili con noi. Solo davanti a tale fotografia si può capire quale “pericoloso” soggetto si tiene al 41 bis”. I legali aveavno chiesto la revoca del carcere duro per le cattive condizioni di salute del capomafia corleonese. I medici hanno anche detto che Provenzano non può seguire le udienze del processo sulla presunta trattativa Stato-mafia.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.