MAFIA – Brusca, pressioni su Scarantino

”Mi fu detto che Vincenzo Scarantino, quando era detenuto a Pianosa, venne fatto salire su un elicottero e che la polizia lo minaccio’ di buttarlo giu’ per farlo collaborare con la giustizia”. Lo ha rivelato il pentito Giovanni Brusca deponendo al quarto processo sulla strage costata la vita a Paolo Borsellino e alla sua scorta. Al dibattimento e’ imputato, oltre ai boss Salvo Madonia e Vittorio Tutino, a Calogero Pulci e Francesco Andriotta, lo stesso Scarantino accusato di calunnia.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.