MAFIA – “Due talpe per Messina Denaro”: In manette due uomini dello Stato

C’erano due talpe che passavano notizie riservate a un mafioso trapanese vicino a Matteo Messina Denaro. La Procura di Palermo arresta il tenente colonnello Marco Zappalà, in servizio alla Direzione investigativa antimafia di Caltanissetta, Giuseppe Barcellona, un appuntato della Compagnia di Castelvetrano. In carcere anche l’ex sindaco di Castelvetrano, Tonino Vaccarino, per un periodo infiltrato dei servizi segreti per stanare il latitante.

L’inchiesta è dei carabinieri del Ros coordinati dal procuratore di Palermo Francesco Lo Voi, dall’aggiunto Paolo Guido e dai sostituti Pierangelo Padova e Francrsca Dessì. I reati contestati sono rivelazione di notizie riservate, favoreggiamento e accesso abusivo a un sistema informatico. Il gip giudice delle indagini preliminari è Piergiorgio Morosini.

Condividi
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.