MAFIA – Il cattolicese Vito Campisi resta in libertà

 

Respinto il ricorso del pm che chiedeva la custodia cautelare in carcere per Vito Campisi, 45 anni, di Cattolica Eraclea, coinvolto nell’inchiesta antimafia “Icaro”. Lo ha deciso il tribunale del riesame di Palermo. Per il cattolicese resta comunque l’obbligo di firma già disposto dal gip.

In un primo momento, il ricorso del pm era stato accolto dal tribunale delle libertà, poi i legali di Campisi, a loro volta, hanno presentato ricorso in Cassazione che ha annullato il provvedimento con rinvio ad un altro collegio dello tribunale del riesame, che adesso ha respinto la richiesta.

L’operazione “Icaro”, scattata il 2 dicembre 2015, ha inferto un duro colpo alla mafia agrigentina. Lo scorso agosto, l’avviso di conclusione delle indagini preliminari è stato emesso nei confronti di 34 persone. 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.